Passa ai contenuti principali

RECENSIONE: CHIAMAMI COL TUO NOME di André Aciman

Buongiorno a tutti e ben tornati sul mio blog. Oggi vi porto una nuova recensione. Il libro in questione è Chiamami col tuo nome di André Aciman.
TITOLO: Chiamami col tuo nome 
AUTORE: André Aciman
CASA EDITRICE: Guanda 
ANNO: 2017
PAGINE: 271
PREZZO: 17,00
COMPRA QUI
TRAMAVent'anni fa, un'estate in Riviera, una di quelle estati che segnano la vita per sempre. Elio ha diciassette anni, e per lui sono appena iniziate le vacanze nella splendida villa di famiglia nel Ponente ligure. Figlio di un professore universitario, musicista sensibile, decisamente colto per la sua età, il ragazzo aspetta come ogni anno "l'ospite dell'estate, l'ennesima scocciatura": uno studente in arrivo da New York per lavorare alla sua tesi di post dottorato. Ma Oliver, il giovane americano, conquista tutti con la sua bellezza e i modi disinvolti. Anche Elio ne è irretito. I due condividono, oltre alle origini ebraiche, molte passioni: discutono di film, libri, fanno passeggiate e corse in bici. E tra loro nasce un desiderio inesorabile quanto inatteso, vissuto fino in fondo, dalla sofferenza all'estasi. "Chiamami col tuo nome" è la storia di un paradiso scoperto e già perduto, una meditazione proustiana sul tempo e sul desiderio, una domanda che resta aperta finché Elio e Oliver si ritroveranno un giorno a confessare a se stessi che "questa cosa che quasi non fu mai ancora ci tenta".
Devo essere sincera, prima di leggere il libro ho visto il film, che mi è piaciuto molto e mi ha spinto a leggere anche il libro. Dopo averne sentito tanto parlare su tutti i social, mi sono decisa a leggerlo.

"Mi basta alzare lo sguardo e trovarlo lì, crema solare, cappello di paglia, costume da bagno rosso, limonata. Sì, Oliver, alzare lo sguardo e trovarti lì. Perché troppo presto arriverà il giorno in cui alzerò lo sguardo e non ci sarai più."

Il protagonista di questa storia è Elio, un ragazzo di 17 anni, il quale durante le vacanze estive e natalizie si reca, insieme ai genitori, nella loro villa di famiglia nel Ponente ligure. Qui ogni anno arriva una persona che viene ospitata nella loro casa per portare a termine un compito come ad esempio un libro o una tesi. L'ospite di quell'estate è Oliver un giovane ventiquattrenne americano, che sta scrivendo la sua tesi di post dottorando. Tra i due inizia ad esserci di più di una semplice amicizia.

La storia narrata non è una semplice storia d'amore, ma è qualcos'altro di più. Tramite la sua storia, l'autore, ci fa immedesimare in Elio, provando le stesse emozioni del ragazzo, felicità, tristezza, malinconia, rabbia... Chiamami col tuo nome è un libro che emoziona e fa emozionare. Ti fa venir voglia di leggerlo in poco tempo. Quello che forse fa emozionare di più è l'incontro tra i due, vent'anni dopo, perché entrambi hanno sempre pensato a quell'estate degli anni 80.

Mi è piaciuto molto come personaggio Elio, perché l'ho trovato un personaggio ben caratterizzato e molto intelligente per la sua età.
Se ancora non l'avete letto, vi consiglio di farlo, soprattutto se amate le storie d'amore e vi consiglio anche di guardare il film, in quanto è molto fedele al libro.

VOTO: 4 rose

Commenti

  1. Anche a me è piaciuto davvero molto! Una lettura davvero bella e indimenticabile ☺☺

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

IN MY WISHLIST #43

Buongiorno a tutti e bentornati sul mio blog. Oggi vi porto un nuovo post dedicato ai libri presenti nella mia wishlist
SHATTER ME di Tahereh Mafi COMPRA QUI 264 giorni chiusa in una cella, senza contatti con il mondo, perché Juliette ha un potere terribile: se tocca una persona può ucciderla. A tenerla prigioniera è la Restaurazione, un gruppo militare che intende usarla come arma. Un giorno nella sua cella entra Adam, un soldato semplice che scopre di essere immune al suo tocco. Insieme possono fuggire e unirsi ai ribelli che si battono contro la tirannia. Ma il confine tra Bene e Male è spesso oscuro e per Juliette non sarà facile capire di chi fidarsi, né accettare il proprio potere distruttivo per metterlo al servizio della Resistenza, e ancora meno scoprire che quasi tutte le sue certezze erano sbagliate.

IL SOLE E' ANCHE UNA STELLA di Nicola Yoon COMPRA QUI Natasha non crede né al caso né al destino. E neppure ai sogni: non si avverano mai. Sua madre dice che le cose succedon…

PREFERITI DEL MESE (DICEMBRE)

Buongiorno e buon anno a tutti. Oggi vi porto i preferiti del mese di dicembre
LIBRI DEL MESE
A dicembre ho letto...libri: "Non chiedermi mai perché" di Lucrezia Scali, "Il cavaliere d'inverno" di Paullina Simons, "L'amore non è mai una cosa semplice" di Anna Premoli e "Una cenerentola a Manhattan" di Felicia Kingsley.

FILM DEL MESE A dicembre ho visto: "Qualcuno salvi il Natale" che mi è piaciuto molto; "Il calendario dell'avvento" l'ho trovato carino, "Fino all'osso", anche questo mi è piaciuto abbastanza e "Dickens: l'uomo che inventò il Natale", mi è piaciuto. Inoltre ho rivisto "La bella e la bestia" e "The greatest showman", entrambi mi sono piaciuti molto.

SERIE TV DEL MESE

DIY: SEGNALIBRI HARRY POTTER

Ciao :) Oggi vi voglio postare un post diverso dal solito, infatti ho intenzione di portare sul blog qualche DIY (sono creazioni fai da te). Qualche tempo fa, girando su Pinterest ho trovato questa foto dove si vedono tre segnalibri, che riguardano Harry, Ron ed Hermione. 
Questa è la foto:
OCCORRENTE: •fogli bianchi o cartoncino  •matita e gomma •colla •forbici •fermagli
•pennarelli (Voglio precisare che questo è un esperimento, e so di certo che non è venuto benissimo, ma ci tenevo a farvelo vedere, per darvi qualche consiglio.)

Invece qui vi mostro passaggio per passaggio: Prima di tutto bisogna disegnare le immagini o su un foglio bianco o su un cartoncino. Ovviamente colorare le immagini. Ritagliare le immagini (io ho passato i contorni con un tratto pen, ma si può benissimo farlo anche con un pennarello con la punta fine)