Passa ai contenuti principali

RECENSIONE: LA REGINA DEL NORD di Rebecca Ross

Buongiorno a tutti. Oggi sono qui per parlarvi della mia prima lettura di febbraio, ossia "La regina del nord" di Rebecca Ross.
TITOLO: La regina del nord
AUTORE: Rebecca Ross 
CASA EDITRICE: Piemme
GENERE: fantasy/young adult
SAGA O STANDALONE: saga
ANNO: 2018
PAGINE: 370
PREZZO: 17,50
COMPRA QUI
TRAMARegno di Valenia, 1566. Sono passati sette anni dall'arrivo di Brianna nella prestigiosa Magnalia, la scuola per giovani prescelte che ambiscono a perfezionare la propria vocazione ed essere adottate da un patrono. Brianna però è l'unica allieva a non aver mai mostrato doti particolari e, se non fosse stato per l'enigmatico maestro Cartier, non avrebbe trovato la sua vocazione tra Arte, Musica, Teatro, Eloquenza e Sapienza. Ma alla cerimonia finale, il peggior timore della ragazza diventa realtà, e Brianna rimane l'unica senza un patrono. Ancora non sa che dietro allo spiacevole imprevisto si cela la sua più grande fortuna. Lo scoprirà solo quando un misterioso nobile - troppo esperto con la spada per essere un semplice protettore - la sceglierà. Brianna si troverà allora dentro un vortice di intrighi e piani segreti per rovesciare il re e ripristinare sul trono l'antica legittima monarchia, tutta femminile. Perché ci fu un tempo in cui sul Nord regnavano le regine. Ed è ora che quel tempo ritorni.
Per prima cosa ringrazio la casa editrice Piemme per avermi inviato una copia del libro. Leggendo la trama mi aveva colpito molto ed ero curiosa di scoprire di più di questa storia. 
La regina del nord racconta la storia di Brianna, orfana da parte della madre e figlia illegittima, che arriva con il nonno a Magnalia, per incontrare la Gran Dama. Da qui la vita di Brianna cambia, in quanto inizia la sua istruzione, della durata di sette anni, presso la corte della Gran Dama. Tale istruzione avviene attraverso l'insegnamento di cinque passioni: Sapienza, Eloquenza, Arte, Teatro e Musica. Ogni ragazza deve ricoprire e seguire una precisa passione, durante il corso della sua permanenza a Magnalia, diventando così Maestre nella passione scelta. 
Brianna, nel corso dei sette anni, prova tutte le passioni, fino ad arrivare a 14 anni a scegliere la Sapienza, il cui maestro è Cartier.
Alla fine dei sette anni, Brianna va a vivere con un uomo che si chiama Jourdan, un avvocato, e suo figlio Luc.
Andando avanti nella lettura si arriverà a diversi colpi di scena.

"Qualunque strada sceglierai,
io ti seguirò,
anche se fosse nel buio dell'inferno."

Il libro mi è piaciuto molto. Ho trovato la storia diversa dai soliti fantasy. Essa è ricca di diversi elementi: amicizia, famiglia, amore, guerra, complotti, lealtà e sangue. Nel corso della lettura troviamo diversi punti che lasciano il lettore a bocca aperta. Brianna all'inizio si presenta come la classica ragazza indifesa, ma andando avanti nella storia diventa un'eroina, in quanto si presenta coraggiosa e sicura di sé. 
Il libro ve lo consiglio, soprattutto se avete voglia di leggere un fantasy diverso dal solito. 

VOTO4 rose

Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE: NON LEGGERAI di Antonella Cilento

Buongiorno a tutti. Oggi vi porto la recensione del libro "Non leggerai" di Antonella Cilento, ringrazio la casa editrice Giunti per avermi inviato una copia del libro. All'interno della recensione sono presenti SPOILER. TITOLO: Non leggerai AUTORE: Antonella Cilento CASAEDITRICE: Giunti Editore GENERE: young adult SAGA O STANDALONE: standalone ANNO: 2019 PREZZO: 14,00 PAGINE: 208 COMPRAQUI TRAMAIn tutti i Mondi Occidentali la lettura non interessa più: scomparsi editori e giornali, un Decalogo governativo vieta la letteratura. Le lezioni in aula si tengono in video, gli studenti nelle Scuole Riassunto consegnano compiti filmati con il cellulare. È a Napoli, in una di queste scuole, che Help Sommella, sedicenne tatuata e ribelle, stringe amicizia con una nuova e timida compagna, Farenàit Lopez. Un giorno, Farenàit - che ha una passione per i volti dei morti, doppiamente scandalosa poiché il Decalogo vieta anche di vedere i propri parenti deceduti - ruba una cassa da morto insiem…

RECENSIONE: LA POSTA DEL CUORE DI MRS BIRD di AJ Pearce

Buongiorno a tutti. Oggi sono qui con una nuova recensione, si tratta del libro "La posta del cuore di Mrs Bird" di AJ Pearce, che mi è stato gentilmente inviato dalla casa editrice Sperling & Kupfer. TITOLO: La posta del cuore di Mrs Bird AUTORE: AJ Pearce CASA EDITRICE: Sperling & Kupfer GENERE: romantico SAGA O AUTOCONCLUSIVO: autoconclusivo  ANNO: 2019 PAGINE: 310 PREZZO: 17,90 COMPRAQUI TRAMALondra, 1940. Il sogno di Emmeline è diventare una giornalista. O meglio, una reporter. In quei difficili tempi di guerra, a soli ventitré anni, si guadagna da vivere come segretaria presso uno studio legale e contribuisce allo sforzo bellico facendo il turno di notte come centralinista presso la stazione dei vigili del fuoco. Ma già si vede indossare i pantaloni e guidare un'auto tutta sua, sigaretta tra le labbra, a caccia di notizie. Così, quando sul London Evening Cronicle trova l'annuncio per un posto da praticante, si candida senza esitazione. Ben presto, però, si rend…

RECENSIONE: INVISIBILE di Ursula Poznanski e Arno Strobel

Buongiorno a tutti. Oggi sono qui con una nuova recensione, si tratta del libro "Invisibile" di Ursula Poznanski e Arno Strobel, che mi è stato gentilmente inviato dalla casa editrice Giunti Editore. TITOLO: Invisibile AUTORE: Ursula Poznanski e Arno Strobel CASA EDITRICE: Giunti Editore GENERE: thriller SAGA O AUTOCONCLUSIVO: autoconclusivo ANNO: 2019 PAGINE: 351 PREZZO: 19,00 COMPRAQUI TRAMAUn paziente trafitto a morte dal bisturi del chirurgo durante un'operazione a cuore aperto. Un agente immobiliare ucciso con ventiquattro coltellate sulla soglia di casa. Un ragazzo massacrato con una mazza da baseball per strada, davanti a decine di testimoni. Un assurdo bagno di sangue travolge la città di Amburgo, ma la cosa più singolare è la facilità con cui i commissari Daniel Buchholz e Nina Salomon riescono a catturare i colpevoli. Eppure il movente rimane incomprensibile: nessuno di loro sembrava conoscere davvero la vittima. L' unico elemento in comune è una rabbia feroce cres…