Passa ai contenuti principali

RECENSIONE: THE QUEEN OF THE TEARLING di Erika Johansen

Recensione libro:
 The Queen of the Tearling
di Erika Johansen
Buongiorno a tutti! Oggi sono qui con una nuova recensione. Questa volta parleremo del libro The Queen of the Tearling di Erika Johansen.

Titolo: The Queen of the Tearling
AutoreErika Johansen
Casa Editrice: Multiplayer Edizioni
Anno di pubblicazione: 2015
Costo: 19,00
Pagine: 387
Link per l'acquisto:QUI
Link Amazon: http://amzn.to/2rulQ5c

Trama
Il giorno del suo diciannovesimo compleanno, la principessa Kelsea Raleigh Glynn, cresciuta in esilio, intraprende un pericoloso viaggio verso il castello in cui è nata, per riprendersi il trono che le spetta di diritto. Determinata e coraggiosa, Kelsea adora leggere e non somiglia affatto a sua madre, la fatua e frivola regina Elyssa. Protetta dal gioiello del Tearling uno zaffiro blu dagli straordinari poteri magici - e difesa dalla Guardia della Regina - un gruppo scelto di cavalieri guidato dall'enigmatico e fedele Lazarus - Kelsea ha bisogno di tutto l'aiuto possibile per sopravvivere alle cospirazioni dei nemici, che proveranno a impedire la sua incoronazione con agguati, tradimenti e incantesimi di sangue. Una volta diventata regina, e nonostante il nobile lignaggio, Kelsea si dimostra troppo giovane per un popolo e un regno dei quali sa ben poco, oltre che per gli orrori inimmaginabili che infestano la capitale. Kelsea deve scoprire di quale tra i suoi servitori fidarsi, perché rabbia e desiderio di vendetta si annidano fra i nobili di corte e perfino fra le sue stesse guardie del corpo. La sua missione per salvare il regno e compiere il suo destino è appena cominciata: Kelsea sarà chiamata ad affrontare un viaggio alla scoperta di se stessa e una prova del fuoco che la farà diventare una leggenda... se solo riuscirà a sopravvivere!

  •  •  • Recensione •  •  • • •
Questo è il primo libro della trilogia The Queen of the Tearling

Questo è un libro da collezione, partendo dalla copertina che è fantastica, così come le immagini che si trovano all'interno del libro.
Le immagini sono disegnate nei minimi dettagli.


All'inizio di ogni capitolo troviamo un disegno e trafiletto di un racconto che deriva del Tearling.





Era da tanto che volevo leggere questo libro e finalmente mi sono decisa a comprarlo. Ho fatto la scelta giusta, perché non ha deluso le mie aspettative, anzi sono curiosa di vedere come procederà la storia e quali avventure dovrà subire la nuova regina del Tearling. Questo è un libro ricco di battaglie, di sangue e di tradimenti.                                                      
L'autrice riesce a farti immergere completamente nella lettura, immedesimandoti all'interno del libro.  
La storia a tratti è molto simili al Trono di spade, però è molto diversa, solo gli ambienti, le battaglie, i tradimenti e il sangue si possono trovare come cose in comune.

La protagonista, Kelsea, è stata caratterizzata molto bene, infatti caratterialmente mi è piaciuta molto, è passata da ragazza a regina molto in fretta, ed è una personaggi più realistici di cui abbia letto. Le avventure che ha dovuto affrontare, le morti a cui ha assistito e le diverse volte in cui è stata colpita, l'hanno resa molto più forte. 

Mi è piaciuto molto anche come personaggio Lazarus, è un'ottima guardia della regina. Anch'esso come la protagonista è stato ben costruito come personaggio. 



Però ci sono alcune pecche. Il ritmo di lettura è molto lento, all'inizio, ma andando avanti la narrazione diventa più veloce. Un altro problema sono i capitoli, poiché sono veramente tanto lunghi. 
Nel complesso la storia mi è piaciuta, pure gli ambienti, così come i personaggi. Questo libro l'ho consiglio a chi ama il fantasy/distopico e a chi ama l'azione.


Trilogia The Queen of the Tearling:
The Queen of the Tearling (2015)
-The Invasion of the Tearling (2016)
The Fate of the Tearling (2017)


Voto:
           

Commenti

Post popolari in questo blog

BOOKSHELF TOUR 2017

Bookshelf tour
Buongiorno a tutti :)
Oggi avevo voglia di scrivere un post diverso dal solito, infatti ho intenzione di farvi vedere la mia libreria. Spero che questo post vi possa piacere. Qualche settimana fa ho cambiato la distribuzione dei libri.
Questa era prima:


Ecco la mia libreria!
Questi sono i libri della mensola più in alto: (davanti)
(dietro) Questi sono quelli della secondamensola. (davanti)
(dietro)
Questi sono i libri che ancora devo leggere e occupano la terza mensola.

Ed infine la quarta mensola. (davanti)

(dietro)
Questa è la mensola dedicata ad Harry Potter!


Questa è adesso:

Attualmente la libreria è disposta in questo modo, in ordine dei colori.

WWW...WEDNESDAY #5

Buongiorno a tutti. Oggi vi porto il WWW...Wesnesday.
COS’HO APPENA FINITO DI LEGGERE? Attualmente ho finito di leggere Harry Potter e il prigioniero di Azkaban di J. K. Rowling, Paper Princess di Erin Watt e Paper Prince di Erin Watt. Di questi ultimi due arriveranno presto le recensioni. 
COSA STO LEGGENDO? Al momento sto leggendo Paper Palace di Erin Watt.
COSA LEGGERO’ IN SEGUITO? In seguito leggerò Una famiglia quasi perfetta di Jane Shemilt.

LIBRI PER LA GIORNATA DELLA MEMORIA

Buongiorno a tutti. Oggi essendo il 27 gennaio, cioè la Giornata della Memoria, mi sembrava carino mostrarvi alcuni libri in tema. I libri che vi mostrerò alcuni gli ho letti mentre altri no.  I libri sono: - Il diario di Anna Frank  - L'amico ritrovato di Fred Uhlman - I fiori non crescevano ad Auschiwitz di Eoin Dempsey - Bambino n°30529 di Felix Weinberg
Di questi quattro libri ho letto solo L'amico ritrovato, diversi anni fa. Da quello che mi ricordo mi era piaciuto abbastanza. Mentre gli altri tre non gli ho mai letti, ma spero di farlo al più presto. Gli ho voluti inserire perché tutti trattano lo stesso tema. 
Inoltre voglio inserire altri due libri che ho già letto: Sopravvissuta ad Auschwitz di Eva Schloss (di questo libro ho scritto la recensione) e Il bambino col pigiama a righe di John Boyne. Il primo l'ho letto quest'estate e mi era piaciuto davvero tanto, mentre il secondo l'ho letto diversi anni fa e da quello che mi ricordo mi era piaciuto davvero tanto…