Passa ai contenuti principali

RECENSIONE: CON TE FINO ALLA FINE DEL MONDO di Nicolas Barreau

Buongiorno a tutti. Oggi sono tornata con una nuova recensione. Il libro di cui vi parlerò oggi è "Con te fino alla fine del mondo" di Nicolas Barreau. 
TITOLO: Con te fino alla fine del mondo 
AUTORE: Nicolas Barreau
CASA EDITRICE: Feltrinelli 
ANNO DI PUBBLICAZIONE: 2013
PAGINE: 185
PREZZO: 8,00
COMPRA QUI
TRAMA: "Mon cher Monsieur, vi starete chiedendo chi è che vi scrive. Non ve lo dirò. Non ancora. Rispondetemi, e provate a scoprirlo. Forse vi aspetta un'avventura che farà di voi l'uomo più felice di Parigi. La Principessa" Così comincia la lettera che stravolgerà la vita di Jean-Luc Champollion, l'affascinante proprietario di una galleria di successo in rue de Seine. Molto sensibile al fascino delle donne, che lo ricambiano volentieri, Jean-Luc vive in uno dei quartieri più alla moda di Parigi, in perfetta armonia con il suo fedele dalmata Cézanne. Tutto procede al meglio, tra vernissage, allegri ritrovi con gli amici nei café di Saint-Germain-des-Prés e romantiche passeggiate au clair de lune lungo la Senna. Finché, una mattina, Jean-Luc scorge qualcosa nella posta: una busta azzurra, scritta a mano. È una lettera d'amore, o meglio, una delle più appassionate dichiarazioni d'amore che lui abbia mai ricevuto, ma non è firmata: la misteriosa autrice, nascosta dietro uno pseudonimo, lo sfida a smascherarla dandogli una serie di indizi. Per quanto perplesso, Jean-Luc sta al gioco. Ma l'impresa non sarà affatto semplice: chi sarà mai la deliziosa impertinente che sembra conoscere così bene le sue abitudini e si diverte a stuzzicarlo? Stregato dalle sue parole, Jean-Luc cercherà di dare un nome a quella donna così intrigante e sfuggente il cui volto gli è del tutto sconosciuto. O forse no?
Questo è il secondo libro che mi capita di leggere di Nicolas Barreau. Mi è piaciuto, anche se all'inizio non l'ho trovato molto coinvolgente, ma verso la fine mi sono ricreduta. La storia è molto dolce ed emozionale. Arrivi alla fine non capendo chi possa essere la Principessa delle lettere.

"Il sogno più bello è quello che non abbiamo ancora sognato."

Il protagonista di questa libro è Jean-Luc Champollion è un affascinante proprietario di una galleria d'arte. Un giorno riceve una lettera scritta a mano, da una certa Principessa. Jean-Luc inizia a domandarsi chi possa essere questa donna e cerca di vederla in tutte le donne che ha frequentato. 

I due iniziano a scambiarsi una serie di email, senza mai che la Principessa faccia sapere chi sia. Attraverso questo scambio di email veniamo a conoscenza del fatto che Jean-Luc si stia innamorando di lei.

"Ero consapevole che, se nemmeno quella lettera avesse ricevuto risposta, la storia d'amore più bella del mondo sarebbe irrimediabilmente finita."

Il finale mi è piaciuto molto. L'unica cosa che non mi ha fatto impazzire e alcune situazioni descritte nelle lettere, ma per il resto l'ho trovata una lettera piacevole.

Il testo è molto leggero ed è adatto soprattutto a chi vuole leggere qualcosa di leggero e poco impegnativo. Se vi piace questo genere di lettura, ve lo consiglio. 

VOTO4 rose

Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

WRAP UP NOVEMBRE

Buongiorno a tutti. Oggi vi parlo dei libri che ho letto nel corso di novembre. A novembre ho letto 7 libri. Il primo libro che ho terminato di leggere a novembre è stato "The restorer: la signora dei cimiteri" di Amanda Stevens (recensione). Questo libro avevo già iniziato a leggerlo diverso tempo fa, ma mi ero bloccata dopo poche pagine. Finalmente mi sono decisa a leggerlo e devo ammettere che mi è piaciuto molto. La storia narrata è particolare e interessante, poiché la protagonista, Amelia, è in grado di vedere i fantasmi. Il libro è ricco di azione, ma anche di suspance.  VOTO: 4/5 CONSIGLIATO: si, soprattutto a chi ama le storie di fantasmi e i fantasy. Il secondo libro è stato "Ogni maledetto lunedì su due" di Zerocalcare. La graphic novel non racconta una storia, ma sono diversi "spezzoni" che Zerocalcare pubblicava sul suo blog. Mi è piaciuta abbastanza. Alcune storie mi sono piaciute molto, altre un po' meno. VOTO: 3.5/5 CONSIGLIATO: si. Il terzo …

IN MY WISHLIST #38

Buongiorno a tutti e bentornati sul mio blog. Oggi vi porto un nuovo post dedicato ai libri presenti nella mia wishlist.  I libri sono:
LA SCOMPARSA DI STEPHANIE MAILER di Joel Dicker COMPRA QUI 30 luglio 1994. La cittadina di Orphea, stato di New York, si prepara a inaugurare la prima edizione del locale festival teatrale, quando un terribile omicidio sconvolge l'intera comunità: il sindaco viene ucciso in casa insieme a sua moglie e suo figlio. Nei pressi viene ritrovato anche il cadavere di una ragazza, Meghan, uscita di casa per fare jogging. Il caso viene affidato e risolto da due giovani, promettenti, ambiziosi agenti, giunti per primi sulla scena del crimine: Jesse Rosenberg e Derek Scott. 23 giugno 2014. Jesse Rosenberg, ora capitano di polizia, a una settimana dalla pensione viene avvicinato da una giornalista, Stephanie Mailer, la quale gli annuncia che il caso del 1994 non è stato risolto, che la persona a suo tempo incriminata è innocente. Ma la donna non ha il tempo per…

FILM & SERIE TV DI NOVEMBRE

Buongiorno a tutti. Oggi vi parlo dei film e delle serie tv che ho visto nel mese di novembre.
FILM

A novembre ho visto 8 film: - The nightmare before Christmas: l'avevo già visto tempo fa, ma non me lo ricordavo. Mi è piaciuto, anche se alcuni punti è un po' noioso e lento. Nel complesso è un film che va visto, soprattutto ad Halloween e a Natale. - Jurassic World: se avete fatto caso ai film che ho visto nel corso del 2018, avrete notato che sto recuperando i film in cui è presente Chris Pratt. Jurassic World l'avevo già visto tempo fa, ma non avevo mai finito di vederlo e nemmeno me lo ricordavo. Mi è piaciuto tantissimo, soprattutto perché c'è Chris Pratt, ma anche perché è ricco d'azione e avventura, e poi ci sono i dinosauri. -Jurassic World-il regno distrutto: ovviamente dopo aver visto il primo, dovevo assolutamente vedere anche il secondo. Devo ammettere che non mi ha colpito come il primo, sono rimasta un po' delusa, anche se nel complesso è un buon film. …