Passa ai contenuti principali

RECENSIONE: IL PROFUMO DELLE FOGLIE DI LIMONE di Clara Sanchez

Buongiorno a tutti. Oggi sono tornata con una nuova recensione. Il libro di cui vi parlerò oggi è "Il profumo delle foglie di limone" di Clara Sanchez.

L'avete letto? Se si, cosa ne pensate?
TITOLO: Il profumo delle foglie di limone
AUTORE: Clara Sanchez
CASA EDITRICE: Garzanti
ANNO DI PUBBLICAZIONE: 2012
PAGINE: 364
PREZZO: 9,90
COMPRALO QUI
TRAMA: Spagna, Costa Blanca. Il sole è ancora molto caldo nonostante sia già settembre inoltrato. Per le strade non c'è nessuno, e l'aria è pervasa da un intenso profumo di limoni che arriva fino al mare. È qui che Sandra, trentenne in crisi, ha cercato rifugio: non ha un lavoro, è in rotta con i genitori, è incinta di un uomo che non è sicura di amare. È confusa e si sente sola, ed è alla disperata ricerca di una bussola per la sua vita. Fino al giorno in cui non incontra occhi comprensivi e gentili: si tratta di Fredrik e Karin Christensen, una coppia di amabili vecchietti. Sono come i nonni che non ha mai avuto. Momento dopo momento, le regalano una tenera amicizia, le presentano persone affascinanti, come Alberto, e la accolgono nella grande villa circondata da splendidi fiori. Un paradiso. Ma in realtà si tratta dell'inferno. Perché Fredrik e Karin sono criminali nazisti. Si sono distinti per la loro ferocia e ora, dietro il loro sguardo pacifico, covano il sogno di ricominciare. Lo sa bene Julian, scampato al campo di concentramento di Mathausen, che da giorni segue i loro movimenti passo dopo passo. Ora, forse, può smascherarli e Sandra è l'unica in grado di aiutarlo. Non è facile convincerla della verità. Eppure, dopo un primo momento di incredulità, la donna comincia a guardarli con occhi diversi. Adesso Sandra l'ha capito: lei e il suo piccolo rischiano molto. Ma non importa. Perché tutti devono sapere. Perché ciò che è successo non cada nell'oblio.
Questo è il secondo libro che leggo della Sanchez, infatti, tempo fa avevo letto "Le cose che sai di me" (QUI potete trovare la recensione). Devo ammettere che mi è piaciuto molto di più questo.

"Pensiamo che ci faccia male solo ciò che sappiamo che ci fa male, ma c'è una moltitudine di ricordi e di immagini che provocano una grande malinconia perché non ne capiamo il senso."

I protagonisti di questo libro sono: Sandra, una giovane donna incinta e Julian, un uomo di ottant'anni, il quale era stato a Mauthausen durante l'ultimo anno di guerra e in seguito si era arruolato in un'organizzazione dedita a dare la caccia ai nazisti. I due si conosco per una serie di circostanze, Sandra è in vacanza da sola e mentre è in spiaggia sta male, viene soccorsa da due vecchietti, Fredrik e Karin, i quali rappresentano l'obiettivo di Julian. Infatti lui si reca in questa piccola città per cacciare i nazisti. 

Nella lettura si scoprirà diversi eventi, sia positivi sia negativi. Il finale è del tutto inaspettato.

Gli chiesi come facesse a essere tanto sicuro di essersi innamorato. "Perché mi fa volare, perché mi si staccano i piedi da terra, perché quando mi viene vicino sono così nervoso che mi tremano le mani e perché muoio dalla voglia di baciarla."

Ho trovato la storia molto originale e l'autrice ha un tipo scrittura che riesce ad incollare il lettore alle pagine. In alcuni punti ho trovato il racconto un po' lento, poiché la Sanchez nel romanzo descrive molto, aggiungendo tanti particolari e questo porta ad avere descrizioni molto lunghe, le quali però non rendono il racconto meno interessante. 

Io vi consiglio di leggerlo, soprattutto se amate le storie un po' vere, cioè con fatti realmente accaduti e se anche amate i libri d'amore.


VOTO4 rose

Commenti

  1. Ho letto questo libro due volte, la prima ai tempi della sua uscita, la seconda a gennaio di quest'anno prima di leggerne il seguito. Entrambe le volte mi è piaciuto molto. A quanto pare questo libro o si ama o si odia... :)

    RispondiElimina
  2. Ciao! Il mio primo approccio con la Sanchez non è stato entusiasmante, probabilmente per via delle modalità di racconto, talvolta lente, come hai fatto notare tu. Noto, però, che questo romanzo è decisamente tra i suoi più amati. Non so, forse gli darò un'opportunità!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

RECENSIONE: NON LEGGERAI di Antonella Cilento

Buongiorno a tutti. Oggi vi porto la recensione del libro "Non leggerai" di Antonella Cilento, ringrazio la casa editrice Giunti per avermi inviato una copia del libro. All'interno della recensione sono presenti SPOILER. TITOLO: Non leggerai AUTORE: Antonella Cilento CASAEDITRICE: Giunti Editore GENERE: young adult SAGA O STANDALONE: standalone ANNO: 2019 PREZZO: 14,00 PAGINE: 208 COMPRAQUI TRAMAIn tutti i Mondi Occidentali la lettura non interessa più: scomparsi editori e giornali, un Decalogo governativo vieta la letteratura. Le lezioni in aula si tengono in video, gli studenti nelle Scuole Riassunto consegnano compiti filmati con il cellulare. È a Napoli, in una di queste scuole, che Help Sommella, sedicenne tatuata e ribelle, stringe amicizia con una nuova e timida compagna, Farenàit Lopez. Un giorno, Farenàit - che ha una passione per i volti dei morti, doppiamente scandalosa poiché il Decalogo vieta anche di vedere i propri parenti deceduti - ruba una cassa da morto insiem…

DIY: SEGNALIBRI HARRY POTTER

Ciao :) Oggi vi voglio postare un post diverso dal solito, infatti ho intenzione di portare sul blog qualche DIY (sono creazioni fai da te). Qualche tempo fa, girando su Pinterest ho trovato questa foto dove si vedono tre segnalibri, che riguardano Harry, Ron ed Hermione. 
Questa è la foto:
OCCORRENTE: •fogli bianchi o cartoncino  •matita e gomma •colla •forbici •fermagli
•pennarelli (Voglio precisare che questo è un esperimento, e so di certo che non è venuto benissimo, ma ci tenevo a farvelo vedere, per darvi qualche consiglio.)

Invece qui vi mostro passaggio per passaggio: Prima di tutto bisogna disegnare le immagini o su un foglio bianco o su un cartoncino. Ovviamente colorare le immagini. Ritagliare le immagini (io ho passato i contorni con un tratto pen, ma si può benissimo farlo anche con un pennarello con la punta fine)

RECENSIONE: FOLLIA di Patrick McGrath

Buongiorno a tutti. Oggi sono qui con una nuova recensione. Si tratta del libro "Follia" di Patrick McGrath. TITOLO: Follia AUTORE: Patrick McGrath CASA EDITRICE: Adelphi GENERE: narrativa  SAGA: no ANNO: 2012 PAGINE: 296 PREZZO: 12,00 COMPRAQUI TRAMAUna grande storia di amore e morte e della perversione dell'occhio clinico che la osserva. Dall'interno di un tetro manicomio criminale vittoriano uno psichiatra comincia a esporre il caso clinico più perturbante della sua carriera: la passione tra Stella Raphael, moglie di un altro psichiatra, e Edgar Stark, artista detenuto per uxoricidio. Alla fine del libro ci si troverà a decidere se la "follia" che percorre il libro è solo nell'amour fou vissuto dai protagonisti o anche nell'occhio clinico che ce lo racconta. A inizio anno ho comprato questo libro, approfittando degli sconti Adelphi e solo adesso l'ho letto. Devo ammettere che mi è piaciuto abbastanza, soprattutto la parte psicologica.
La protagonista…