Passa ai contenuti principali

IL MIO 2017

Buongiorno a tutti.
Il post di oggi non sarà centrato sui libri, anche se avranno una piccola parte, ma riguarderà me stessa. Come ultimo giorno dell'anno non potevo non portare sul blog il mio resoconto del 2017.

Prima di tutto vi voglio ringraziare (tutti e 135) perché per me è traguardo molto importante. Quando ho aperto il blog non mi aspettavo minimamente che tutte queste persone mi seguissero, ma invece è stato così. Siete davvero in tanti che leggete i miei post e io non posso che esserne contenta, perché il lavoro che c'è dietro (soprattutto le ore), viene ripagato dai vostri commenti e dalla vostra  partecipazione. 
Sto cercando di migliorare nella qualità dei post e nella grafica. Ho già in mente diversi progetti per il 2018, che ancora non so se avranno mai luogo. 

Oltre a questo vi voglio ringraziare per tutti quelli che mi seguono sia su Instagram sia su Facebook. Ebbene sì quest'anno mi sono decisa ad aprire una pagina su Instagram (dove mi seguite in più di 1380 persone) e una pagina Facebook, che è ancora spoglia ma che spero di migliorare nel 2018.

Per me è stato un anno splendido e nel contempo difficile. Il 2017 è iniziato nei migliori dei modi, ma poi ha avuto una fine abbastanza brutta. Alcuni mesi sono stati davvero difficili per me sia dal punto di vista fisico sia da quello mentale. 
Ho fatto i primi esami all'università e alcuni non sono andati per niente bene e questo mi ha portato a riflettere se continuare con l'università, soprattutto la facoltà che sto frequentando o se smettere e cercarmi da lavorare. Alla fine ho deciso di riprovarci, di non buttarmi giù, perché la facoltà che sto facendo mi piace tanto.

Nel frattempo ho avuto tre mesi in cui sono stata molto male a livello fisico e questo mi portava a non dormire alla notte e a star male tutto il giorno. Soprattutto stavo ancora più male perché è stato durante il periodo estivo. Ho dovuto affrontare  situazioni che non auguro a nessuno. Ho pianto davvero tanto, ma non mi sono buttata giù. Anzi pensavo sempre che prima o poi questo periodo sarebbe finito. Infatti questo periodo di malessere fisico è finito e io sto decisamente meglio, sotto tutti i punti di vista.

Nel frattempo la mia vita è andata avanti. Non sono andata molto in giro però ho visitato alcuni luoghi in cui non c'ero mai stata come l'acquario di CattolicaBorghetto e la Diga del Vajont. Sono tutti posti che mi sono piaciuti e sul blog trovate le mie esperienze di tutti e tre i luoghi visitati. 

Quest'anno ho capito molte cose, tra cui che posso sempre contare sulla mia famiglia, perché se ho bisogno, loro ci sono sempre per me, in qualsiasi situazione. 
Un'altra cosa che ho capito è che è meglio avere pochi amici ma di cui ci si può fidare, infatti per me è così, non ho molte amiche, ma quelle poche che ho so che posso contare sempre su di loro per qualsiasi cosa e viceversa, loro possono contare su me per tutto. 
Soprattutto ho capito che ci vuole poco a voltare le spalle a una persona a cui tieni. Ma anche in questa situazione mi sono alzata più forte di prima. 

Una cosa che a me non piace è dare tutta me stessa, sia con pregi sia con difetti, a una persona che non cerca nemmeno di conoscerti, che le basta sapere come sei in superficie. Io ho bisogno di fiducia nelle persone, soprattutto in una persona che mi deve stare accanto. Io non chiedo molto ma vorrei che la persona che deve stare al mio fianco cercasse di conoscermi molto in profondità e non solo in superficie. Come ad esempio conoscere i miei sogni o le mie aspettative. 

Parlando d'altro quest'anno è stato un anno ricco di letture. Infatti ho letto quasi 70 libri, che per me è sempre stato un traguardo irraggiungibile. Nel complesso sono state tutte belle letture, chi più chi meno. 

Ho avuto, anche, il piacere di collaborare con diverse case editrici e con autori emergenti. Anche questa mi sembrava un'idea impossibile da realizzare, ma invece non è stato così. Molte persone hanno affidato nelle mie mani le loro opere e io le ho lette con grande riconoscenza. 
Ringrazio ancora tutte le case editrici e gli autori che mi hanno inviato i loro libri!

Grazie ancora di esserci stati e ci rivediamo al prossimo anno con nuovi post! Vi posso già dire che la prima settimana di Gennaio è piena di post, quindi non perdeteveli!  

Vi auguro un buon 2018!
  Valentina

Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

RECENSIONE: NON LEGGERAI di Antonella Cilento

Buongiorno a tutti. Oggi vi porto la recensione del libro "Non leggerai" di Antonella Cilento, ringrazio la casa editrice Giunti per avermi inviato una copia del libro. All'interno della recensione sono presenti SPOILER. TITOLO: Non leggerai AUTORE: Antonella Cilento CASAEDITRICE: Giunti Editore GENERE: young adult SAGA O STANDALONE: standalone ANNO: 2019 PREZZO: 14,00 PAGINE: 208 COMPRAQUI TRAMAIn tutti i Mondi Occidentali la lettura non interessa più: scomparsi editori e giornali, un Decalogo governativo vieta la letteratura. Le lezioni in aula si tengono in video, gli studenti nelle Scuole Riassunto consegnano compiti filmati con il cellulare. È a Napoli, in una di queste scuole, che Help Sommella, sedicenne tatuata e ribelle, stringe amicizia con una nuova e timida compagna, Farenàit Lopez. Un giorno, Farenàit - che ha una passione per i volti dei morti, doppiamente scandalosa poiché il Decalogo vieta anche di vedere i propri parenti deceduti - ruba una cassa da morto insiem…

RECENSIONE: INVISIBILE di Ursula Poznanski e Arno Strobel

Buongiorno a tutti. Oggi sono qui con una nuova recensione, si tratta del libro "Invisibile" di Ursula Poznanski e Arno Strobel, che mi è stato gentilmente inviato dalla casa editrice Giunti Editore. TITOLO: Invisibile AUTORE: Ursula Poznanski e Arno Strobel CASA EDITRICE: Giunti Editore GENERE: thriller SAGA O AUTOCONCLUSIVO: autoconclusivo ANNO: 2019 PAGINE: 351 PREZZO: 19,00 COMPRAQUI TRAMAUn paziente trafitto a morte dal bisturi del chirurgo durante un'operazione a cuore aperto. Un agente immobiliare ucciso con ventiquattro coltellate sulla soglia di casa. Un ragazzo massacrato con una mazza da baseball per strada, davanti a decine di testimoni. Un assurdo bagno di sangue travolge la città di Amburgo, ma la cosa più singolare è la facilità con cui i commissari Daniel Buchholz e Nina Salomon riescono a catturare i colpevoli. Eppure il movente rimane incomprensibile: nessuno di loro sembrava conoscere davvero la vittima. L' unico elemento in comune è una rabbia feroce cres…

RECENSIONE: LA POSTA DEL CUORE DI MRS BIRD di AJ Pearce

Buongiorno a tutti. Oggi sono qui con una nuova recensione, si tratta del libro "La posta del cuore di Mrs Bird" di AJ Pearce, che mi è stato gentilmente inviato dalla casa editrice Sperling & Kupfer. TITOLO: La posta del cuore di Mrs Bird AUTORE: AJ Pearce CASA EDITRICE: Sperling & Kupfer GENERE: romantico SAGA O AUTOCONCLUSIVO: autoconclusivo  ANNO: 2019 PAGINE: 310 PREZZO: 17,90 COMPRAQUI TRAMALondra, 1940. Il sogno di Emmeline è diventare una giornalista. O meglio, una reporter. In quei difficili tempi di guerra, a soli ventitré anni, si guadagna da vivere come segretaria presso uno studio legale e contribuisce allo sforzo bellico facendo il turno di notte come centralinista presso la stazione dei vigili del fuoco. Ma già si vede indossare i pantaloni e guidare un'auto tutta sua, sigaretta tra le labbra, a caccia di notizie. Così, quando sul London Evening Cronicle trova l'annuncio per un posto da praticante, si candida senza esitazione. Ben presto, però, si rend…