Passa ai contenuti principali

RECENSIONE: SHERLOCK HOLMES - UNO STUDIO IN ROSSO di A.C. Doyle

Ciao a tutti, oggi sono qui per farvi conoscere la mia ultima lettura, sto parlando di Sherlock Holmes: Uno studio in rosso di Arthur Conan Doyle. Questo libro l'ho comprato più di 3 anni fa e non l'avevo mai letto, anche se in seconda superiore la mia prof di italiano, ci aveva fatto leggere il seguito, cioè Sherlock Holmes: Il segno dei quattro. Non avevo mai trovato la voglia di leggere il primo. Questo è stato il primo libro, che ho letto, della mia tbr, che avevo scritto qualche post fa, vi lascio qui in link tbr.
 
TITOLO: Sherlock Holmes - Uno studio in rosso
AUTORE: Arthur Conan Doyle
CASA EDITRICE: Newton Compton Editori
ANNO DI PUBBLICAZIONE: 2013
COSTO: 0,99
PAGINE: 128
COMPRA QUI
TRAMA: Uno studio in rosso è il romanzo in cui esordisce Sherlock Holmes, l'investigatore più amato e imitato di tutti i tempi. Attraverso il racconto del dottor Watson, suo inseparabile socio e amico, vede la luce l'infallibile detective, con la sua intelligenza fulminea e gli straordinari metodi di indagine. Un uomo capace di scovare una verità dove gli altri vedono una bugia, una soluzione lampante in un mistero che per tutti è tremendamente ingarbugliato. La scienza della deduzione e il rigore di una razionalità inflessibile hanno fatto della creatura di Doyle il paradigma dell'investigatore letterario, un mito che sembra destinato a non tramontare mai.

RECENSIONE
Chi non conosce Sherlock Holmes? Sicuramente chiunque nella vita l'ha sentito nominare, sia per quanto riguarda i libri sia per i film/serie tv con Sherlock Holmes interpreto da Robert Downey Jr nei film e nella serie tv da Benedict Cumberbatch. Questo libro mi è piaciuto abbastanza, anche se nella parte centrale la scrittura mi è sembrata lenta.

“In origine il cervello umano è come un attico vuoto che uno deve riempire con i mobili che preferisce. Uno sciocco assimila ogni sorta di ciarpame gli viene a tiro, così che le nozioni che potrebbero essergli utili vengono spinte fuori o, nella migliore delle ipotesi, accatastate alla rinfusa insieme con un'infinità di altre cose, di modo che ha difficoltà a ritrovarle. Un operaio abile, invece, sta molto attento a ciò che immagazzina nel suo attico-cervello.” 


Comunque mi è piaciuto scoprire com'è iniziato il percorso di Holmes e del Dottor Watson. L'autore ha fatto un ottimo lavoro, riuscendo a caratterizzare bene i personaggi. La storia raccontata è stata coinvolgente in quanto, non leggendo libri gialli, mi è piaciuta abbastanza, anche se non è il mio stile di scrittura preferito. 
“Spesso, il delitto più banale è il più incomprensibile proprio perché non presenta aspetti insoliti o particolari, da cui si possano trarre delle deduzioni.” 
Questo libro l'ho consiglio a chi si vuole avvicinare alla lettura di libri gialli e a conoscere i due personaggi principali. Le prime pagine le ho lette molto velocemente e anche la fine. Comunque vi consiglio anche la visione cinematografica, purtroppo la serie tv non l'ho ancora vista, ma penso di recuperarla al più presto.


VOTO:




Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE: NON LEGGERAI di Antonella Cilento

Buongiorno a tutti. Oggi vi porto la recensione del libro "Non leggerai" di Antonella Cilento, ringrazio la casa editrice Giunti per avermi inviato una copia del libro. All'interno della recensione sono presenti SPOILER. TITOLO: Non leggerai AUTORE: Antonella Cilento CASAEDITRICE: Giunti Editore GENERE: young adult SAGA O STANDALONE: standalone ANNO: 2019 PREZZO: 14,00 PAGINE: 208 COMPRAQUI TRAMAIn tutti i Mondi Occidentali la lettura non interessa più: scomparsi editori e giornali, un Decalogo governativo vieta la letteratura. Le lezioni in aula si tengono in video, gli studenti nelle Scuole Riassunto consegnano compiti filmati con il cellulare. È a Napoli, in una di queste scuole, che Help Sommella, sedicenne tatuata e ribelle, stringe amicizia con una nuova e timida compagna, Farenàit Lopez. Un giorno, Farenàit - che ha una passione per i volti dei morti, doppiamente scandalosa poiché il Decalogo vieta anche di vedere i propri parenti deceduti - ruba una cassa da morto insiem…

RECENSIONE: LA POSTA DEL CUORE DI MRS BIRD di AJ Pearce

Buongiorno a tutti. Oggi sono qui con una nuova recensione, si tratta del libro "La posta del cuore di Mrs Bird" di AJ Pearce, che mi è stato gentilmente inviato dalla casa editrice Sperling & Kupfer. TITOLO: La posta del cuore di Mrs Bird AUTORE: AJ Pearce CASA EDITRICE: Sperling & Kupfer GENERE: romantico SAGA O AUTOCONCLUSIVO: autoconclusivo  ANNO: 2019 PAGINE: 310 PREZZO: 17,90 COMPRAQUI TRAMALondra, 1940. Il sogno di Emmeline è diventare una giornalista. O meglio, una reporter. In quei difficili tempi di guerra, a soli ventitré anni, si guadagna da vivere come segretaria presso uno studio legale e contribuisce allo sforzo bellico facendo il turno di notte come centralinista presso la stazione dei vigili del fuoco. Ma già si vede indossare i pantaloni e guidare un'auto tutta sua, sigaretta tra le labbra, a caccia di notizie. Così, quando sul London Evening Cronicle trova l'annuncio per un posto da praticante, si candida senza esitazione. Ben presto, però, si rend…

RECENSIONE: INVISIBILE di Ursula Poznanski e Arno Strobel

Buongiorno a tutti. Oggi sono qui con una nuova recensione, si tratta del libro "Invisibile" di Ursula Poznanski e Arno Strobel, che mi è stato gentilmente inviato dalla casa editrice Giunti Editore. TITOLO: Invisibile AUTORE: Ursula Poznanski e Arno Strobel CASA EDITRICE: Giunti Editore GENERE: thriller SAGA O AUTOCONCLUSIVO: autoconclusivo ANNO: 2019 PAGINE: 351 PREZZO: 19,00 COMPRAQUI TRAMAUn paziente trafitto a morte dal bisturi del chirurgo durante un'operazione a cuore aperto. Un agente immobiliare ucciso con ventiquattro coltellate sulla soglia di casa. Un ragazzo massacrato con una mazza da baseball per strada, davanti a decine di testimoni. Un assurdo bagno di sangue travolge la città di Amburgo, ma la cosa più singolare è la facilità con cui i commissari Daniel Buchholz e Nina Salomon riescono a catturare i colpevoli. Eppure il movente rimane incomprensibile: nessuno di loro sembrava conoscere davvero la vittima. L' unico elemento in comune è una rabbia feroce cres…