Passa ai contenuti principali

RECENSIONE: L'ULTIMA NOTTE DELLA NOSTRA VITA di Adam Silvera

Buongiorno a tutti. Oggi sono qui con una nuova recensione, si tratta del libro "L'ultima notte della nostra vita" di Adam Silvera, che mi è stato gentilmente inviato dalla casa editrice Il Castoro.
TITOLO: L'ultima notte della nostra vita
AUTORE: Adam Silvera
CASA EDITRICE: Il Castoro
GENERE: ypung adult
SAGA O AUTOCONCLUSIVO: autoconclusivo 
ANNO: 2019
PAGINE: 354
PREZZO: 16,00
COMPRA QUI
TRAMAIl 5 settembre, poco dopo mezzanotte, il servizio Death-Cast contatta Mateo Torrez e Rufus Emeterio per dar loro una cattiva notizia: moriranno nel corso della giornata. Mateo e Rufus non si conoscono ma, per diverse ragioni, entrambi cercano un amico per passare l'ultimo giorno della loro vita. Esiste un'app per questo: si chiama Last Friend ed è così che Rufus e Mateo si incontrano. Entrambi sanno che il tempo a loro disposizione è già segnato. Ma non hanno nulla da perdere e resta solo da vivere tutta una vita in un giorno.
È il primo libro che leggo di Adam Silvera e devo ammettere che mi ha colpito molto. L’intera storia si basa su un solo giorno, il 5 settembre del 2017 e il tutto è scandito dagli orari.
Già dalle prime pagine conosciamo Mateo Torrez, un giovane ragazzo di diciotto anni che vive da "solo", in quanto la madre è morte lo stesso giorno in cui lui è nato e il padre si trova in coma. A 00:22, del 5 settembre, Mateo riceve la chiamata da Death-Cast, ossia il servizio che avverte le persone che entro le prossime ventiquattro ore moriranno. Mateo vuole cambiare la sua vita troppo monotona e sicura. Egli non ha molto amici, ma ha solo una migliore amica Lidia.

Nel frattempo conosciamo anche Rufus Emeterio, un giovane ragazzo di diciassette anni che vive in una casa famiglia, anche lui riceve la chiamata da Death-Cast, la stessa notte di Mateo. Rufus ha perso i genitori e la sorella appena  quattro mesi prima. Da quando è arrivato alla casa famiglia ha fondato con gli altri ragazzi i Plutonone, di cui fanno parte, oltre a Rufus, Malcom, Tagoe e Amiee.

Mateo e Rufus scaricano e si iscrivono all’app di LastFriend, per cercare “conforto” in un Ultimo Amico. Da qui i due si conoscono e iniziano a vivere appieno il loro ultimo giorno.

"L'amore è un superpotere che abbiamo tutti,
ma non sempre è un superpotere che sarei
in grado di controllare."

Il libro mi è piaciuto molto e diverso dagli altri young adult che ho letto. In questa storia le persone sanno già quando moriranno e per loro sono stati creati degli appositi  spazi in cui posssono viaggiare e conoscere altre parti del mondo, che non avranno mai la possibilità di vedere, o sperimentare avventure molto rischiose.
Mi è piaciuta fin dall’inizio l’amicizia tra Mateo e Rufus, in quanto entrambi si completano a vicenda. Mateo è insicuro, spaventato, mentre Rufus è pronto a vivere il suo ultimo giorno. Ho adorato anche il fatto di come il tutto sia partito da una semplice amicizia tra due sconosciuti, fino ad arrivare a qualcosa di più.

Il libro è scorrevole e leggero, non annoia. Al suo interno oltre i POV dei due protagonisti, scopriamo anche i sentimenti che stanno vivendo gli amici dei due ragazzi, ma anche ciò che stanno vivendo altre persone nel loro ultimo giorno.
Il libro è super consigliato.

VOTO4 rose

Commenti

  1. L'ho letto e finito anche io da poco e condivido a pieno il tuo parere e la tua votazione!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

RECENSIONE: IL RILEGATORE di Bridget Collins

Buongiorno a tutti. Oggi sono qui con la recensione del libro "Il rilegatore" di Bridget Collins. TITOLO: Il rilegatore AUTORE: Bridget Collins CASA EDITRICE: Garzanti GENERE: narrativa SAGA: no ANNO: 2019 PAGINE: 420 PREZZO: 17,90 COMPRAQUI TRAMAImmagina di poter cancellare per sempre un ricordo, una colpa, un segreto. È esistito un tempo in cui era possibile. È questa l'arte di antichi rilegatori che nelle loro polverose botteghe, oltre a modellare la pelle e incollare fogli, aiutano le persone a dimenticare. Seduti con un libro in mano ascoltano le esperienze del passato che vengono raccontate loro. Parola dopo parola, le cuciono tra le pagine, le intrappolano tra i fili dei risguardi. Così il ricordo sparisce per sempre dalla memoria. Catturato sulla carta non c'è ne più traccia. Per anni l'anziana Seredith ha portato avanti questo affascinante mestiere, ma è arrivato il momento di trovare un apprendista. Qualcuno che rappresenti il futuro. La sua scelta cade su Emme…

DIY: SEGNALIBRI HARRY POTTER

Ciao :) Oggi vi voglio postare un post diverso dal solito, infatti ho intenzione di portare sul blog qualche DIY (sono creazioni fai da te). Qualche tempo fa, girando su Pinterest ho trovato questa foto dove si vedono tre segnalibri, che riguardano Harry, Ron ed Hermione. 
Questa è la foto:
OCCORRENTE: •fogli bianchi o cartoncino  •matita e gomma •colla •forbici •fermagli
•pennarelli (Voglio precisare che questo è un esperimento, e so di certo che non è venuto benissimo, ma ci tenevo a farvelo vedere, per darvi qualche consiglio.)

Invece qui vi mostro passaggio per passaggio: Prima di tutto bisogna disegnare le immagini o su un foglio bianco o su un cartoncino. Ovviamente colorare le immagini. Ritagliare le immagini (io ho passato i contorni con un tratto pen, ma si può benissimo farlo anche con un pennarello con la punta fine)

WWW...WEDNESDAY #27

Buongiorno a tutti. Oggi sono qui con una nuova puntata del WWW....WEDNESDAY.
COS'HO APPENA FINITO DI LEGGERE? Ho finito di leggere "Il trono di ghiaccio" di S.J. Maas. COSA STO LEGGENDO? Attualmente sto leggendo "Sei di corvi" di L. Bardugo e "Il rilegatore" di B. Collins. COSA LEGGERO' IN SEGUITO? Ancora non di preciso cosa leggerò in seguito.