Passa ai contenuti principali

RECENSIONE: DETECTIVE IN POLTRONA di Ransom Riggs

Buongiorno a tutti. Oggi sono tornata con una nuova recensione. Il libro di cui vi parlerò oggi è DETECTIVE IN POLTRONA di Ransom Riggs.
TITOLO: Detective in poltrona
CASA EDITRICERizzoli
AUTORE: Ransom Riggs
PAGINE252
ANNO: 2017
PREZZO18,00
COMPRALO QUI
TRAMACome lavorava il più celebre investigatore di tutti i tempi? Quali erano le sue tecniche, e quali i segreti che lo portavano sempre a individuare il colpevole o a svelare il mistero anche nei casi più complessi e apparentemente irrisolvibili? Dall'analisi delle impronte digitali alla decodifica dei linguaggi cifrati, dalle tecniche di travestimento al mettere in scena la propria morte, Ransom Riggs accompagna il lettore in quel laboratorio investigativo che era la testa di Sherlock Holmes. Un viaggio alla scoperta del mondo di Baker Street attraverso le avventure, note e meno note, del più grande detective della letteratura, con una finestra sempre aperta sulle curiosità che lo riguardano: perché Holmes non si è mai sposato? Com'era organizzata all'epoca Scotland Yard? E la cocaina era davvero legale? 
Prima di tutto ringrazio la Rizzoli per avermi inviato il libro, è stato molto gentile da parte loro.

Il libro è adatto soprattutto a chi ha già letto i libri dedicati a Sherlock Holmes, poiché al suo interno fa molti riferimenti ai libri di Arthur Conan Doyle. Devo ammettere che io ho letto solo Uno studio in rosso e Il segno dei quattro, ma conto di recuperare al più presto gli altri libri. 

Il libro si presenta come una sorta di manuale per diventare un detective come il brillante Holmes. Infatti vengono spiegati i diversi metodi d'indagine, ad esempio come raccogliere le impronte. 
Ma oltre a questo viene spiegato com'è realmente il personaggio di Sherlock Holmes e il suo socio John Watson. 

Il libro è molto curato, infatti è ricco di dettagli all'inizio di ogni capitolo e inoltre sono presenti diverse immagini, come questa qua sotto:
Sinceramente non so se consigliarvelo perché a me non mi ha fatto impazzire, lo ritenuta una lettura abbastanza lenta e poco soddisfacente, infatti l'ho letto in circa un mese e mezzo, alternandolo con altri libri.


Se siete fan di Holmes ve lo consiglio, soprattutto se avete letto tutti i libri dedicati a lui, ma se non avete mai letto niente di Doyle, vi consiglio di non iniziare da Detective in poltrona, ma partire con Uno studio in rosso, di cui ho scritto la recensione che trovate QUI.

VOTO: 3 rose

Commenti

  1. Ciao ti ho nominata per il Blogger Recognition Award, ti lascio il link :-)
    http://un-libro-sul-comodino.blogspot.it/2018/01/blogger-recognition-award.html

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

IN MY WISHLIST #35

Buongiorno a tutti e bentornati sul mio blog. Oggi vi porto un nuovo post dedicato ai libri presenti nella mia wishlist.  I libri sono:
LA BUIA DISCESA DI ELIZABETH FRANKENSTEIN di Kiersten White COMPRA QUI La piccola Elizabeth Lavenza non mangiava un pasto decente da giorni e le sue braccia erano coperte di lividi quando il giudice Frankenstein l'ha portata via dall'orfanotrofio e da una vita di maltrattamenti perché diventasse la compagna di giochi di suo figlio Victor, un ragazzino cupo e solitario che aveva tutto, tranne che un amico. Victor era la sua salvezza, l'occasione per sottrarsi alla miseria, e da quel giorno Elizabeth, decisa a non lasciarsi sfuggire l'opportunità di cambiare in meglio la propria esistenza, ha fatto tutto ciò che era in suo potere per rendersi indispensabile. E ci è riuscita: la famiglia Frankenstein l'ha accolta, le ha dato una casa, un letto caldo in cui dormire, buon cibo e vestiti bellissimi. Lei e Victor sono diventati inseparabili…

DIY: SEGNALIBRI HARRY POTTER

Ciao :) Oggi vi voglio postare un post diverso dal solito, infatti ho intenzione di portare sul blog qualche DIY (sono creazioni fai da te). Qualche tempo fa, girando su Pinterest ho trovato questa foto dove si vedono tre segnalibri, che riguardano Harry, Ron ed Hermione. 
Questa è la foto:
OCCORRENTE: •fogli bianchi o cartoncino  •matita e gomma •colla •forbici •fermagli
•pennarelli (Voglio precisare che questo è un esperimento, e so di certo che non è venuto benissimo, ma ci tenevo a farvelo vedere, per darvi qualche consiglio.)

Invece qui vi mostro passaggio per passaggio: Prima di tutto bisogna disegnare le immagini o su un foglio bianco o su un cartoncino. Ovviamente colorare le immagini. Ritagliare le immagini (io ho passato i contorni con un tratto pen, ma si può benissimo farlo anche con un pennarello con la punta fine)

RECENSIONE: TUTTE LE VOLTE CHE HO SCRITTO TI AMO di Jenny Han

Buongiorno a tutti. Oggi sul blog vi porto una nuova recensione, si tratta del libro "Tutte le volte che ho scritto ti amo" di Jenny Han, edito da Piemme Edizioni. TITOLO: Tutte le volte che ho scritto ti amo AUTORE: Jenny Han CASA EDITRICE: Piemme ANNO: 2015 PAGINE: 365 PREZZO: 9,90 COMPRAQUI TRAMALara Jean tiene le sue lettere d'amore in una cappelliera. Non sono le lettere d'amore che qualcuno ha scritto per lei, ma quelle che lei ha scritto una per ogni ragazzo di cui si è innamorata, cinque in tutto. L'ultimo si chiama Josh, che è il suo migliore amico nonché, purtroppo, il ragazzo di sua sorella. Quando scrive, Lara Jean mette tutto il suo cuore sulla carta, raccontando cose che non si sognerebbe mai di dire ad alta voce. Eppure, un giorno, scopre che tutte le sue lettere d'amore sono state spedite. E quel che è peggio, ricevute. Improvvisamente, la sua vita diventa molto complicata, ma anche molto, molto più interessante. Prima di tutto ringrazio la casa edi…