Passa ai contenuti principali

RECENSIONE: DETECTIVE IN POLTRONA di Ransom Riggs

Buongiorno a tutti. Oggi sono tornata con una nuova recensione. Il libro di cui vi parlerò oggi è DETECTIVE IN POLTRONA di Ransom Riggs.
TITOLO: Detective in poltrona
CASA EDITRICERizzoli
AUTORE: Ransom Riggs
PAGINE252
ANNO: 2017
PREZZO18,00
COMPRALO QUI
TRAMACome lavorava il più celebre investigatore di tutti i tempi? Quali erano le sue tecniche, e quali i segreti che lo portavano sempre a individuare il colpevole o a svelare il mistero anche nei casi più complessi e apparentemente irrisolvibili? Dall'analisi delle impronte digitali alla decodifica dei linguaggi cifrati, dalle tecniche di travestimento al mettere in scena la propria morte, Ransom Riggs accompagna il lettore in quel laboratorio investigativo che era la testa di Sherlock Holmes. Un viaggio alla scoperta del mondo di Baker Street attraverso le avventure, note e meno note, del più grande detective della letteratura, con una finestra sempre aperta sulle curiosità che lo riguardano: perché Holmes non si è mai sposato? Com'era organizzata all'epoca Scotland Yard? E la cocaina era davvero legale? 
Prima di tutto ringrazio la Rizzoli per avermi inviato il libro, è stato molto gentile da parte loro.

Il libro è adatto soprattutto a chi ha già letto i libri dedicati a Sherlock Holmes, poiché al suo interno fa molti riferimenti ai libri di Arthur Conan Doyle. Devo ammettere che io ho letto solo Uno studio in rosso e Il segno dei quattro, ma conto di recuperare al più presto gli altri libri. 

Il libro si presenta come una sorta di manuale per diventare un detective come il brillante Holmes. Infatti vengono spiegati i diversi metodi d'indagine, ad esempio come raccogliere le impronte. 
Ma oltre a questo viene spiegato com'è realmente il personaggio di Sherlock Holmes e il suo socio John Watson. 

Il libro è molto curato, infatti è ricco di dettagli all'inizio di ogni capitolo e inoltre sono presenti diverse immagini, come questa qua sotto:
Sinceramente non so se consigliarvelo perché a me non mi ha fatto impazzire, lo ritenuta una lettura abbastanza lenta e poco soddisfacente, infatti l'ho letto in circa un mese e mezzo, alternandolo con altri libri.


Se siete fan di Holmes ve lo consiglio, soprattutto se avete letto tutti i libri dedicati a lui, ma se non avete mai letto niente di Doyle, vi consiglio di non iniziare da Detective in poltrona, ma partire con Uno studio in rosso, di cui ho scritto la recensione che trovate QUI.

VOTO: 3 rose

Commenti

  1. Ciao ti ho nominata per il Blogger Recognition Award, ti lascio il link :-)
    http://un-libro-sul-comodino.blogspot.it/2018/01/blogger-recognition-award.html

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

REVIEW PARTY: LA PICCOLA BOTTEGA DI PARIGI di Cinzia Giorgio

Buongiorno a tutti. Oggi sono qui con una nuova recensione, si tratta del libro "La piccola bottega di Parigi" di Cinzia Giorgio, edito da Newton Compton Editori, in uscita, oggi, 30 agosto.
All'interno della recensione sono presenti alcuni SPOILER. TITOLO: La piccola bottega di Parigi AUTORE: Cinzia Giorgio CASA EDITRICE: Newton Compton Editori ANNO: 2018 PREZZO: 10,00 PAGINE: 320 COMPRAQUI TRAMACorinne Mistral ha trentadue anni ed è un avvocato che non perde mai una causa. Vive a Roma e lavora presso il prestigioso studio legale della famiglia del suo fidanzato. Si sta dedicando anima e corpo a una causa molto importante quando la raggiunge la notizia della morte di sua nonna e dell'eredità che le ha lasciato: un atelier di haute-couture in Rue Cambon a Parigi. Corinne parte immediatamente, decisa a sistemare il più presto possibile la faccenda per poter tornare al suo lavoro. Ma pian piano resta affascinata dalla straordinaria storia di sua nonna, una donna che lei ha av…

PREFERITI DEL MESE (AGOSTO)

Buongiorno a tutti e ben tornati sul blog. Oggi vi porto i preferiti del mese di agosto

LIBRI DEL MESE

Questo mese ho letto "La psichiatra" di Wulf Dorn (recensione), "La piccola bottega di Parigi" di Cinzia Giorgio (recensione), "La moglie del califfo" di Renée Ahdieh (recensione), "Il giardino delle farfalle" di Dot Hutchison, "Cime tempestose" di Emily Bronte e "King" di Meghan March.
FILM DEL MESE

Questo mese ho visto Daddy's home 2, che mi è piaciuto abbastanza, Noi siamo tutto, l'ho trovato molto carino e Tuo, Simon, anche questo l'ho trovato molto carino e leggero.
SERIE TV DEL MESE
Questo mese ho finito di vedere Buffy e ho ripreso a guardare Once upon a time, dove mi ero fermata alla seconda stagione, e per adesso sono alla quinta stagione.




TBR ANNUALE

RECENSIONE: QUEEN di Meghan March

Buongiorno a tutti. Oggi sono qui con una nuova recensione, il libro in questione è "Queen" di Meghan March, edito da Sem Edizioni. TITOLO: Queen AUTORE: Meghan March CASA EDITRICE: Sem edizioni PAGINE: 218 PREZZO: 14,00 ANNO: 2018 COMPRAQUI TRAMAIo sono la sua distrazione, il mio corpo è il suo giocattolo. Ho dovuto cedere, non avevo scelta. Lo odio, mi dico, ma ogni volta che entra da quella porta sento un brivido. Come posso desiderarlo e detestarlo allo stesso tempo? Mi sta facendo impazzire. Non dovevo finire in questo gorgo, dovevo immaginare che Lachlan Mount è un maschio senza regole. Ma non ho nessuna intenzione di arrendermi, non voglio che veda le mie debolezze. Pagherò il mio debito e manterrò intatto il mio cuore. Prima di tutto ringrazio la casa editrice per avermi inviato una copia del libro e come seconda cosa vi consiglio di leggere la recensione solo se avete già letto il primo volume della trilogia, ossia "King" (recensione). Questo secondo volume inizia…