venerdì 11 agosto 2017

RECENSIONE: L'ARMADIO A MURO di Graziella Lussu

Buongiorno a tutti. Oggi sono qui con una nuova recensione, il libro di cui vi parlerò è L'ARMADIO A MURO di Graziella Lussu.
TITOLO: L'armadio a muro-custode della storia e della memoria
AUTORE: Graziella Lussu
CASA EDITRICE: Kimerik 
ANNO DI PUBBLICAZIONE: 2017
PAGINE: 144
PREZZO: 16,00
LINK AMAZONhttp://amzn.to/2wusQxj
TRAMA:
"L'armadio a muro - Custode della storia e della memoria è la prima parte di un racconto autobiografico. La voglia di raccontarsi emerge improvvisa e spontanea alla fine di una giornata memorabile segnata da un evento importante vissuto con profonda emozione. È il 14 maggio del 2014. Sono rientrata da Roma, dove, nella Sala Moro del Palazzo di Montecitorio, ho ricevuto l'omaggio della Camera dei Deputati per la mia vita di medico spesa per gli ultimi. Per quanto la giornata sia stata lunga e intensa, non ho voglia di chiudere. Ho voglia di pensare e di lasciarmi andare ai ricordi... Vedo come in un guizzo di lampo la mia storia..., sento il bisogno di ripercorrerla, ma a ritroso questa volta, e di cercare, dentro la complessità del vissuto, il filo conduttore che ne ha motivato le scelte, i passaggi e le molte tappe del mio percorso."
Oggi vi parlo del libro L'armadio a muro di Graziella Lussu, il libro mi è stato gentilmente inviato dalla casa editrice Kimerik, che ringrazio ancora tantissimo.

L'autrice narra la propria storia, infatti ogni capitolo ha un tema preciso. Attraverso il libro Graziella ci fa conoscere la sua famiglia e i posti dove è vissuta.

All'interno del libro sono presenti diverse fotografie che ritraggono familiari ma anche l'arredamento della casa.

Il libro si apre con Graziella e sua sorella Marialessandra che stanno sistemando la casa in campagna. Graziella nell'armadio a muro trova diversi quaderni dove la madre annotava poesie ma anche ricordi per i figli.

Leggendo scopriamo che Graziella ha due fratelli più grandi, Gianfranco e Maria Lucia, e una sorella più piccola Marialessandra, alla quale lei ha fatto praticamente da mamma. Si scopre anche che il patrigno di Liuccia, la mamma di Graziella, le lascia in eredità la sua casa in campagna. I genitori di Graziella nel corso della storia si separano.

Il libro l'ho trovato molto carino e mi è piaciuta abbastanza anche la storia. Vi consiglio di leggerla per scoprire la vita di questa scrittrice e dei suoi sogni.
Voto:

14 commenti:

  1. Molto interessante come trama! Unica cosa: perché hai messo tre stelle? 🙂

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché ero indecisa a mettere tra 3 o 4 stelle.

      Elimina
  2. molto interessante come recensione! Magari mi informerò di più sul libro

    RispondiElimina
  3. Recensione molto carina! Come hai trovato lo stile di scrittura?

    RispondiElimina
  4. Non avevo mai sentito parlare di questo libro, ma mi incuriosisce molto la questione "autobiografia". Magari un giorno lo leggerò!

    RispondiElimina
  5. Non avevo mai sentito parlare di questo libro però mi incuriosisce 💖

    RispondiElimina
  6. Questo libro mi incuriosisce moltissimo!magari in futuro lo leggerò💕

    RispondiElimina
  7. Sembra una lettura interessante. Magari più avanti lo leggerò 😊

    RispondiElimina
  8. Molto interessante!! Lo terrò a mente😊

    RispondiElimina
  9. Molto interessante, grazie per la recensione 😊

    RispondiElimina
  10. Interessante🤔
    Vedrò di informarmi maggiormente sul libro prima di aggiungerlo alla lista😍❤

    RispondiElimina